fiOrdivanilla | il Senso del Gusto: Bicchierini con crema di melone e prosciutto di Parma

domenica 15 agosto 2010

Bicchierini con crema di melone e prosciutto di Parma

Qualche tempo fa, tra un tweet e un altro, ho letto dell’iniziativa ideata da Davide Cocco di Studio Cru, dal titolo, “Prosciutto, melone e Tai Rosso”. La sfida era quella di abbinare il Tai Rosso con l’intramontabile piatto estivo prosciutto-melone.

Ho pensato di usare prosciutto e melone come introduzione di una cena a base di piatti certamente più forti di quanto non lo sarebbero stati melone e prosciutto insieme. La mia idea dunque era quella di creare qualcosa di semplice ma d’effetto, che lasciasse un sapore fresco e “pulito” in bocca e, soprattutto, preparasse il palato ad una portata più sostanziosa e dai sapori più decisi, coi quali questo vino si sarebbe sposato egregiamente.
Il Tai Rosso infatti
è un vino da tutto-pasto e predilige i primi piatti, anche impegnativi. Ideale da servire come degustazione insieme a un tagliere di salumi di qualità.

Bicchierini di melone e amaretti al basilico e prosciutto di Parma

Tai Rosso

La freschezza della crema di melone si sposa a meraviglia con il sapore del basilico: ne è bastato davvero poco per aromatizzare la crema senza risultare né intenso né marcato, regalando anzi un delizioso profumo e aroma che anziché coprire il gusto dolce e fresco del melone, lo esalta. La foto che vedete però è della crema in assenza di basilico. Per questo ho pensato poi di aggiungerlo, perché ce lo vedevo bene. Infatti dopo averla rifatta “aggiustandola” con questo sapore, si è rivelata perfetta, completa.
Poi gli amaretti: con il loro caratteristico e deciso sapore di mandorla amara conferiscono carattere alla crema e contrastano il sapore dolce del melone, risultando quindi molto bilanciato nel gusto.
Il tocco finale (o meglio, iniziale…) è dato dal fior di sale sulla superficie della crema, che regala un’effimera e appena percettibile croccantezza.
Bicchierini di melone e amaretto al basilico e prosciutto di Parma
Una volta preparata la crema versatela in un contenitore che si possa chiudere bene. Tenetelo in frigorifero a riposare e raffreddare per almeno 1 ora: se ben fredda, la crema acquisterà maggior consistenza, sarà cremosa e vellutata. 

Bicchierini di crema di melone con prosciutto di Parma

Ingredienti per 2-3 bicchierini

260 g di melone a fette
2 amaretti
1/2 cucchiaino di lecitina di soia granulare
(2 foglie grandi di basilico fresco)
un pizzico di sale grosso
20 g di olio extra vergine d’oliva
2 fette di prosciutto di Parma
fiordisale
2 amaretti sbriciolati

Nel boccale di un frullatore o in un mixer mettere il melone a pezzi, gli amaretti, la lecitina, il basilico e un pizzico di sale grosso o fior di sale. Frullare a lungo (circa 3 minuti); sempre frullando aggiungere pochissimo olio per volta, come si fa per la maionese, fino ad esaurimento. 

Versare la crema in un contenitore (ad es. un vaso di vetro con chiusura a vite o un contenitore a chiusura ermetica), chiuderlo bene e riporlo in frigorifero per circa 1 ora.

Al momento di servire, rimescolare la crema con un cucchiaio (o agitare il contenitore non troppo vigorosamente) e suddividerla nei bicchierini (avendo l’accortezza di non sporcare le pareti:).
Condire con un pizzico di fiordisale in superficie e decorare con un po’ di amaretto sbriciolato.
Arrotolare una fetta di prosciutto, infilzarla con uno stuzzicadenti e posarlo nel bicchierino.

Note: la crema potete conservarla in un contenitore, ben chiuso, fino giorno dopo. Bicchierini di melone e amaretto al basilico e prosciutto di Parma


Articoli correlati per categorie



Stampa il post

32 semini di vaniglia:

arabafelice ha detto...

Ma guarda cosa puo' diventare il classico prosciutto e melone...sei davvero brava, che idea!

Carolina ha detto...

Ma sai che ho in mente anch'io da un po' di tempo di provare a fare una crema di melone? Ho fatto il sorbetto qualche tempo fa (è in programma per domani) e da allora penso a questa possibilità. Sia per una versione dolce che salata...
I tuoi bicchierini sono favolosi. Ed è vero che sono un aperitivo perfetto per le sere d'estate!

Rispondo qua alla domanda che mi hai fatto... Lo sciroppo di rose è lo stesso dell'altro post. È fantastico.
Buon Ferragosto carissima!

rossella ha detto...

io sto facendo bicchierini di tutto in questi giorni!
la versione salata però mi manca, e questa mi convince assai.... =)

viola ha detto...

che bella ricetta, originale e raffinata.
Bravissima, davvero complimenti
Ciao e a presto

ilcucchiaiodoro ha detto...

Ah che belli...
Scusa per la fretta...(ma sto preparando i bagagli)
Volevo avvisarti che avevo pubblicato la ricetta del pasticciotto...
Inoltre volevo augurati buon ferragosto a presto Donatella

Cinzia ha detto...

Ciao cara, anche io tempo fa avevo fatto dei bicchierini di melone ma i tuoi mi sembrano davvero super, il basilico mi sembra geniale e che colore che hanno molto accattivante!!! Brava bravissima, buon ferragosto.

fantasie ha detto...

Che ricetta meravigliosa!!! semplicissima e gustosissima. Non solo mi piace, ma mi piace ASSAI!!!

Luciana ha detto...

Buoni e molto carini da presentare!!!! complimenti e buon Lunedì

Pippi ha detto...

questa versione salata della crema di melone è davvero geniale...e poi l'uso della lecitina di soia è davvero una novità per me!
Grazie !! :-)
un bacino
Pippi

Saretta ha detto...

Lo scorso anno andai in un ristorante pretenzioso qui a Milano e, come pre antipasto mi portarono della crema di melone e prosciutto...sebbene io non mangi carne, assaggiai la "crema " ma..era del semplice melone acquosissimo e poco saporito frullato.Per nulla buono.La tua versione è davvero perfetta ed accattivante, consistenze ben bilanciate.Sei davvero bravissima manu!
bacione

Cey ha detto...

Quel melone ha un colore stupendo *_* ha il colore delle belle cucine, di quelle dove gironzoli da bambino e che sono calde e giallo-arancioni e dove i bambini, io okey, si arrampicano sul tavolo e con i piedi sulla lavapiatti, in seguito rotta, guardano la tv sbocconcellando.
Sei sempre bravissima =)

Oxana ha detto...

WOW!!! Che bella idea, Manu!!! Veramente molto interessante, bravissima! Le foto sono STUPENDE!!
Un bacione

( parentesiculinaria ) ha detto...

Acciderboli! L'amaretto ce lo vedo proprio bene, ma che te lo dico affà...?
Ma non dirmi che la lecitina di soia l'hai usata come addensante... é da mesi che cerco un addensaqnte a freddo: potrebbe essere questo??

manuela e silvia ha detto...

Ciao! Davvero un'idea splendida questi bicchierini! Un classico prosciutto e melone, rivisitato in maniera eccellente, senza perdere ne di gusto ne di scenograficità!
Anche l'abbinamento con il vino è proprio studiato, e ci sta a meraviglia!
baci baci

Serena ha detto...

Stella, era da un po' che attendevo questo post, dopo aver visto le tue meraviglie su flickr...e come al solito la tua descrizione mi lascia a bocca aperta, davvero emozionante la passione che ci metti nel creare gli abbinamenti e la texture giuste...

SUNFLOWERS8 ha detto...

Manu carissima, te la copio per il brunch che organizzerò per il compleano di Giorgia ^_^ mi mancava proprio un'alternativa al solito menù e questa tua idea casca a fagiolo. Segnata! Foto bellissime, come sempre ;)
Bacioni
Sonia

Alessia ha detto...

Scopro ora dell'esistenza di questa iniziativa e la trovo davvero interessante. Ho visto un po' di ricette e sono tutte davvero apprezzabili per ricerca, studio e ispirazione di fondo, non avrei mai saputo fare altrettanto! Ti confermi una delle blogger più competenti sulla piazza, quello che mi stupisce di te è la facilità con cui inventi abbinamenti riusciti e ricrei suggestioni a parole e fatti. Brava davvero, Manu.

Alex ha detto...

Bella idea per un pre-cena estiva!!!
Il melone in versione salata lo adoro (infatti anche in purezza lo gusto con un pizzico di fior di sale e una spolverata di pepe nero, cosa che ho visto sempre fare a mio padre...e buon sangue non mente!!)

Rofrano ha detto...

Scopro il tuo blog assolutamente per caso, cercando un'immagine di Duerer (!). Incantevole, mi iscrivo subito. Peccato per la lecitina di soia cui sono allergico!

fiOrdivanilla ha detto...

Grazie a tutti per i bellissimi commenti!

Rofrano, ti ho risposto dovutamente sull'immagine del Durer (! ;) non potevo lasciar scorrere un argomento così interessante. E a quanto ho letto, è interessante proprio il blog, il tuo intendo. Iscritta anch'io, ma non per ricambiare ;)
Veniamo a "noi": la lecitina di soia.. sai già tutto? Ovvero, sai che funge ANCHE come addensante? Beh in questo caso ti basta sostituirla con qualche altra cosa come la Farina di Semi di Carruba, da utilizzare 8 gr per 1 kg di crema (e non 5 g come da indicazioni per il gelato).
Oppure:
- IstantGel della Sosa (sostitutivo della gelatina in fogli)
- Gelkrem (sostitutivo dell'amido di mais)
- Alginato di sodio

tutti questi agiscono a freddo :)
Non mi dirai che sei allergico a tutti no?? :) in ogni caso, puoi benissimo omettere tutto ciò e usare il melone con gli altri ingredienti lasciandolo più fluido, come un frullato. poco importa, perché è strabuono comunque! Infatti la prima volta che l'ho fatto era senza lecitina.

Jasmine ha detto...

Manu, sei sempre così creativa!! :)
Questi bicchierini sono meravigliosi!

Leda ha detto...

Una creatività da paura... complimenti!

Ciao ciao :)

dolci a ...gogo!!! ha detto...

un classico che nelle tua mani è diventato qualcosa di golosamente moderno ed innovativo senza perdere di gusto pero!!!bravissima,baci imma

Gunther ha detto...

un prosciutto e melone destrutturato... è molto paicevole l'effeto cromatico del giallo rosso e verde del basilico

fiOrdivanilla ha detto...

grazie ragazzi siete adorabili :))

gunther, il tuo commento mi ha rallegrato tantissimo. E' la definizione che più si addice e che più mi piace. Grazie per aver compreso questa preparazione :)

Parma Dolce Amore.it ha detto...

pubblicata la ricetta su Parma Dolce Amore.it

Complimenti!

Tortino al cioccolato ha detto...

super invitanti questi bicchierini!! complimenti!

Milena ha detto...

Mi sono messa in pari con i tuoi ultimi post, dove ho ritrovato una Manu ispirata dalla fantasia, ma con un senso del gusto spiccato che tende a creare piatti inediti, e ben equilibrati: bravissima.
Quest'ultimo mi ha conquistato sia per l'aspetto che per i sapori che esprime: lo trovo molto fresco e "giovane" :))

Ago ha detto...

Ciao cara Sweetieeee! :-D
Allora, prima di tutto, sono felice di riuscire a commentare come si deve questa splendida ricetta. Non ho avuto il tempo prima, guardavo e scappavo, ma ammiravo molto, se devo dirti la verità! :-D
Mi piace immensamente questa rivisitazione della versione classica, poi presentata così fa di uno chic pazzesco e secondo me, anche molto più buono del solito, per cui io non vado sicuramente fuori di testa :-P
Ma questo mi piace eccome, non è detto che non te la copi! E' una delle più belle presentazioni sull'argomento che io abbia visto fino ad oggi :-D
Ti mando un bacione e....ti scrivo su FB :-***
Ago

dolcipensieri ha detto...

interessante alternativa! complimenti

Cinzia ha detto...

E' qualche giorno che mi chiedevo che fine avevi fatto? Oramai sono diventata un po' dipendente...poi oggi ho comprato A tavola e ho visto il tuo bel blog!!! Ma che brava, la ricetta del pie alle mele la voglio fare subito!!! Complimenti anche per le foto...sono fierissima per te...
Un bacione.
Cinzia

Alessandra ha detto...

Un inizio di cena davvero di classe!!
Bellissima idea e presentazione!!! :D