fiOrdivanilla | il Senso del Gusto: Trecce di pane al basilico (lm)

martedì 5 gennaio 2010

Trecce di pane al basilico (lm)

Trecce di pane buonissime, profumate, croccanti fuori e morbidissime dentro… a strapparle con mani la mollica si fa a ciuffo talmente è morbida, non so se rendo l’idea… appena ho visto la foto-ricetta di queste trecce, l’ho salvata tra i Preferiti ripromettendomi di farla al prossimo rinfresco di lievito madre. E così è stato. Treccia al basilico e semi © Manuela VielSi può naturalmente arricchire come più si preferisce, anziché di basilico, con del rosmarino che, tra gli arbusti, è il mio condimento aromatizzante preferito. Pizzette al rosmarino, frittatine al rosmarino, verdure saltate con rosmarino.. penso mi manchi solo di provarlo a colazione, poi posso dire di averlo provato ovunque.. ah già, quasi dimenticavo. A dire il vero già lo avevo provato in questo dolce e… beh, non è poi affatto male no? :)

L’impasto del pane l’ho arricchito come consigliato dalla ricetta di
Daphne, con dei semi di girasole; sopra invece, poco prima di infornarle, l’ho pennellato con un mix di succo di pomodoro e olio (pari peso di uno e dell’altro), ho cosparso di semini di sesamo e poi pennellato di nuovo. Per il resto ho seguito più o meno la ricetta anche se ho ‘toppato’ in alcuni punti, ahimè, che spiegherò e che sicuramente saprò correggere e perfezionare al prossimo tentativo. Perché questo pane.. merita davvero.
Inoltre: ho usato farina di grano duro semplice; ho usato olio di extravergine di oliva; ho modificato il procedimento iniziale di impasto: non mi piace molto impastare il lm direttamente con le farine, quindi ho proceduto come faccio di solito: sciolgo il lievito madre in acqua tiepida e miele, poi aggiungo l’olio e la/le farina/e


Qui di seguito gli ingredienti con le mie variazioni tra parentesi. Più sotto
il procedimento come l’ho eseguito io.

Trecce di pane al basilico e semini (lm)
Ingredienti: 
200 gr di lievito madre (rinfrescato la sera prima in modo da essere attivo)
300 gr di Manitoba
100 gr di farina di Altamura di grano duro
200 ml di acqua (a me ne è servita un poco di più)
2 cucchiai di olio d'oliva di Pujja produzione casa mia (io olio ExtraV)
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino di sale (2 cucchiaini)
semi di papavero (omessi)
semi di girasole
basilico fresco spezzettato
una spennellata di latte di capra (mix di acqua di pomodoro, ossia il “succo” raccolto dai pomodorini appena tagliati, e olio extra vergine).

PROCEDIMENTO: in un recipiente capiente sciogliere il lievito madre nell’acqua intiepidita, tenendone da parte un po’ di cucchiai perché potrebbe non servire tutta (o al contrario potrebbe servirne dell’altra). Una volta sciolto unire il miele, l’olio extraV. e pian piano unire anche le farine. Mentre si forma l’impasto unire il sale (ma si può anche unirlo subito, dato che non c’è lievito di birra) e continuare a lavorare per una 15ina di minuti circa, fino ad avere un impasto liscio e morbido.
Coprire con un panno umido e lasciar lievitare in un luogo caldo e riparato per almeno 3 ore. Io l’ho riposto in forno, coperto, a lievitare ad una temperatura costante di 40° C.
Una volta raddoppiato riprendere l'impasto e rovesciarlo su una superficie appena appena infarinata. Stendere delicatamente il panetto e fare due giri di
pieghe di tipo uno. Dividere in due l'impasto e stenderlo nuovamente**
Una parte andremo a cospargerla con abbondante basilico spezzettato e all'altra aggiungeremo oltre che il basilico, anche i nostri semini preferiti (girasole, papavero, lino, ecc.). A questo punto con i due panetti così stesi, “ricoperto” l’uno di basilico, l’altro di basilico+semi, fare un ultimo giro di pieghe per entrambi.
Ogni panetto andrà suddiviso a sua volta in tre pezzature di peso più o meno uguale; stendere ogni pezzatura fino ad avere 3 rotolini** con i quali andremo a formare le nostre trecce. Disporre le trecce su una leccarda ricoperta di carta da forno. Coprire e lasciar lievitare (nel forno chiuso, come sempre, al riparo da correnti d’aria). I tempo può variare dalla mezzora all’ora, a seconda dell’attività del lievito e della temperatura. Le mie le ho fatte lievitare per un’oretta e mezza.

Estrarre le trecce e
portare il forno a una temperatura di 200°.

Nel frattempo, scoprire le trecce e spennellarle con il mix di olio e succo di pomodoro; cospargerle di semini di sesamo e spennellare di nuovo.
Infornare per 5 minuti; abbassare la temperatura a 180° C e continuare a cuocere per altri 45/50min. Il tempo dipende dal proprio forno (che nessuno conoscerà meglio di voi).
Lasciar raffreddare su una griglia. Se si preferisse una crosta morbida anziché croccante e fragrante, appena sfornate avvolgetele immediatamente in un canovaccio fino a raffreddamento.

Note
** qui ho sbagliato perché dopo le pieghe e dopo aver diviso in due l’impasto, senza stenderlo nuovamente ho subito diviso in tre pezzi entrambe i panetti, omettendo quindi l’ultimo giro di pieghe. Quindi il basilico l’ho cosparso sul piano e poi ho rotolato l’impasto sopra mentre formavo i “salsicciotti” (i rotolini).

**
al momento di formare i rotolini li ho fatti a mio parere troppo sottili: andrebbero lasciati spessi facendo delle trecce più corte delle mie, quindi più cicciotte. In questo modo ci sarà più mollica e saranno ancor più soffici, morbide, essendo più spesse, più alte.


Articoli correlati per categorie



Stampa il post

43 semini di vaniglia:

Morena ha detto...

Bellissimo questo pane...da quando ho la pm sono alla ricerca di ricette dolci e salate per usarla..
Mi segno questa delizia...il fatto di aromatizzare il pane mi piace...

ciao Morena

crumpetsandco ha detto...

Che meraviglia!
bravissima!
capisco ne sei rimasta ispirata...amo anche io i pani con erbe aromatiche e i semi di sesamo!
chissà che non la provi anche io presto! :)

ciao

Carolina ha detto...

L'avevo viste su Flickr!
Ero curiosissima di sapere la ricetta di tali meraviglie... ;)
La treccia ti è venuta benissimo e la trama interna ha un aspetto perfetto.
Immagino il profumo che si sprigionava dal forno mentre cuocevano...
A presto cara!

Fiordilatte ha detto...

wow manu!interessante la dritta su olio e succo di pomodoro ^^
mi piace questo pane!

ma quando parli di farina di grano duro semplice, vuoi solo dire che non hai usato la semola ma quella più fine e impalpabile?

Mimmi ha detto...

Prima di tutto, buonissimo anno!
Secondo, complimenti per le trecce. Sono venute bellissime!!!

fiOrdivanilla ha detto...

@More grazie .. anche io amo aromatizzare il pane (ma.. così come tutte le altre cose;)

@Crupet provalo davvero, non è difficile assolutamente e dà molta soddisfazione

@Caro, grazie tesoro! Infatti è vero, sprigionava davvero un buon profumo... la trama interna è ciò che mi ha spinto infatti a provare questo pane! :))

@Fior chiedo perdono, ho corretto anche nel post. Pensavo fosse una farina normale la mia invece è come quella usata da Daphne (o simile cmq). Cita così: Semola di grano duro rimacinata di Altamura
:) del "Mugnuaio di Altamura", marcata martimucci O_o comunque .. farina di Altamura! :)

LaGolosastra ha detto...

sarò di poche parole, anzi, una sola:
COPIARE!

Fiordilatte ha detto...

ma sai che io sono confusissima riguardo alle diciture? semola RIMACINATA e farina di grano duro forse son la stessa cosa...è che io mi confondo sempre :P è la semola semplice che è più granulosa (tipo semolino)... vabbé ora ho capito cosa hai usato ^^ Scusa se ho creato confusione!

Romy ha detto...

Mamma mia che brava che sei stata....e meno male che hai sbagliato , come hai detto in nota! Guarda, ti assicuro che il risultato non avrebbe potuto essere migliore di questo...più bello e invitante di così non esiste proprio!!! Ho letto la tua mail, sei un tesoro...quando posso ti rispondo con calma....baci! :-)

fiOrdivanilla ha detto...

@CriCri una sola anche io: COPIA! ;P decisamente, secondo me piace un sacco sto pane. Però è da tenere a mente la seconda nota, ovvero quella di fare i rotolini più grassocci in modo tale che la treccia venga più alta e quindi più "piena":) (ok, sono più di una parola.. ma mi conosci ormai!:)

@Fior non dirlo a me!! Odio le diciture perché sembra usino scrivere per perifrasi!! epporcamiseria, gira e rigira voglion dire la stessa cosa! e allora ditela LA STESSA cosa no!?? no. Quindi nessuna confusione, tranquilla.. perché son già confuse di per loro le diciture! si comunque concordo con te, è un po' come la farina di mais no?.. c'è quella grossa e quella fioretto, cioè quella finissima..
si va beh ci siamo capite :D prox volta elenco tutta la dicitura riportata sulla confezione della farina in questione xD

@Romy ennò ddai, poteva venire meglio (sono della Vergine, lasciami nel mio brodo, nella mia tendenza al perfezionismo orsù;PP hihihi). Per te, tutto il tempo che vuoi tesoro! piesse, oggi sono stata in un negozio dedicato interamente al servizio del thé, era FANTASTICO!! ... neanche a dirlo.. ti ho pensato tutto il tempo! :)

Dodò ha detto...

Il pan dolce mi ha dato così alla testa che invece di commentare il post qui, ho lasciato il commento in quello di prima!!!

meringhe ha detto...

stai diventando il mio idolo della panificazione! Ti sei mica informata di non essere in qualche modo imparentata con le sorelle Simili??
Io prendo nota e salvo tutto, come sempre, così quando mi lancerò nell'impresa del lm di certo gli spunti non mi mancheranno.
Spero che questo pane meraviglioso ti abbia scaldato un po' nei giorni grigi che hai attraversato.
Un abbraccio

Sara

ppp ha detto...

copio subito,
monococco & Kamut al posto di manitoba e semola (frumento ed io non siamo particolarmente compatibili, dopo le feste poi...)
ciao ciao

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Bellissima crosta, incantevole mollica e fragranza assicurata dal basilico :-)))
Buona epifania!!!

dEleciouSly ha detto...

L'avevo già adocchiate su FB, come sai, e mi erano parse stupende ed invitanti... ecco, confermo! ;D

Mi riprometto di farle non appena riuscirò a reperire un nuovo LM! Sì, lo confesso, non ho nessuna voglia di riprendere la "saga" dall'inizio... allora mi trastullo in attesa che mi piova miracolosamente dal cielo! :D

Bando alle ciance, bravissima... a vederle meritano davvero senza dubbio!

Ele :)

mike ha detto...

anche io adoro il rosmarino e a dirla tutta nei dolci ci sta benissimo, faccio panna cotta morbida con composta di pesche aromatizzate al rosmrino, mousse di castagne al rosmarino, albicocche gratinate con zucchero di canna olio evo servite con semifreddo al rosmarino....e devo dire che è tutto molto buono...bacio...ti lascio i link di qualche ricettina che ho fotografato chissà che ti venga l'ispirazione per qualche altro dolce...
http://spremutedarancia.blogspot.com/2009/12/lautunno-va-in-vacanza.html

http://spremutedarancia.blogspot.com/2009/11/qualcosa-di-estivo.html

colombina ha detto...

bellisime...io non sosno mai riuscita a afre delle trcce così lineari, meravigliose... il basilico poi da una nota di estate all'nverno!!!

SUNFLOWERS8 ha detto...

Ciao Manu complimenti davvero!

tartina ha detto...

la descrizione della mollica che si fa a "ciuffo", del profumo emanato da queste deliziose erbette, provoca in me una quantomai imbarazzante secrezione di bava da parte delle ghiandole salivari. mia mamma potrebbe risalire a te casomai scoprisse il motivo per cui la tastiera del mio mac appena comprato è fuori uso, ma ti coprirò giusto perché hai postato questa superba ricetta :P eheh
è bellissima, la provo di sicuro!

bacioni
*

fiOrdivanilla ha detto...

@a tutti quanti: GRAZIE :) E BUONA FESTA DELLA BEFANA ALLE DONNINE:DD

@Meringa(ti chiamo al singolare;).. eheh imparentata ? ma magari!! :D ihih grazie, è un complimenti bellissimo!! Ma tu il lm madre non lo hai perché non ti è stato ancora donato oppure perché non lo vuoi?

@Eleee ma nooo ma come quindi tu lo avevi già il lm! ... se abitassimo vicine te lo passerei io :) di dove sei se posso??

@Tarti se la mia descrizione ti ha fatto venire la bava, la descrizione tua di te stessa mi ha fatto davvero sorridere :D sei un mito ;P (piesse, se la provi vero che me lo fai sapere come t'è venuta??:) baciobaciobacio

Tania ha detto...

Amo il basilico in maniera particolare, il suo profumo mi piace troppo! Non oso immaginare quando buone debbano essere queste splendide trecce. Un grosso bacio.

Chef Fresco ha detto...

Very beautiful bread! I love baking bread - this looks perfect.

Saretta ha detto...

Chissà se mi cimenterò mai in pani più fantasiosi e gustosi come questo...eccezionaleeeeeeeeeee!bacione

miciapallina ha detto...

Bene bene!
Giusto stasera rinfresco la pappa mamma per il pane del fine settimana....
Devo sussurrargli nell'orecchietta che oltre alle focacce, al panone, alle spighette ed ai grissini, questo fine settimana dovrà anche intrecciarsi!
... ...
Pappa Mamma ringrazia sentitamente!

nasinasi

Onde99 ha detto...

Mi sono fermata incantata sull'immagine della mollica che si strappa "a ciuffi", che bella!!! Mi piace anche molto l'idea di spennellare il pane con il succo di pomodoro, oltre che con l'olio evo, per il colore che, credo, così debba assumere il pane, oltre che per il gusto più pieno!

LibrieCannella ha detto...

Bravissima!! Mi pare un pane strepitoso! Il lm in mano tua crea dei capolavori!! Brava sociaaaa! :)

(Ros)Marina ha detto...

Chepprofumo profumoso! Sì, lo preferirei col rosmarino in effetti :) Ma non stupisce, no? Ho in mente grandiosi progetti per la mia pianta di rosmarino sul versante "dolci"...... Bwahahah!!! Tra soli tre mesi sarà l'anniversario del mio blog, allora mi scatenerò :)
Una curiosità: basilico fresco? Ma ti cresce ancora? Qual è il trucco... Lo tieni in casa?
Mio papà ha dovuto buttare il lievito madre.... Era "morto". Pfff il pane non ha più lo stesso sapore. Devo trovare una ricetta per farlo io... Tu ne hai qualcuna sottomano di affidabile? Se sì, me la passeresti? Mille grazie!
Ora devo assolutamente postare qualcosa... Mi strema l'idea di parlare di tutti i posti che ho visto a Parigi, per ora starò più sul soft! :)
Scusa per questa valanga di parole, è da tanto che non ci sentivamo!
Un bacione!

(Ros)Marina ha detto...

...Ma hai origini pugliesi, che producete l'olio extra vergine??

Giò ha detto...

..il ciuffo!!
devo assolutamente provare pure io queste trecce!
la spennellatura finale come ti è venuta? è perfetta con il basilico!!!
mi è pure venuta in mente con cosa potrei sostituire i basilico che non è proprio di stagione......è non è il rosmarino!
brava la mia panettiera!

Antonella ha detto...

Bellissime le trecce, anche tu vedo che non scherzi con il lm.
Brava!!!!
Alla prossima allora
pappareale

lenny ha detto...

Mi piace tutto di questo pane: le fette piccole e tonde, la crosta aromatica con i semi e spennellata con il succo di pomodoro (molto interessante!), la forma a trecce, la mollica soffice .....

Patricia ha detto...

Che profumato deve essere questo pane!! e quanto invidio queste signore e signorine che fanno il pane con questa naturalezza... con il lievito madreee!!!! che magari ce l'avete da anni, e lo rinfrescate come io mettevo il ciuccio a mio figlio.... ma come fatte con questo LM???
Brava Manuela, Besos
Patricia

sciopina ha detto...

mi hai fatto venire una voglia di mettere le mani in pasta. Ma che belle ste treccine...

dEleciouSly ha detto...

Ciao, ho appena indetto il mio I° Contest 2010 a premi su dEleciouSly, riservato ai blog di qualità come il tuo. :) Se ti andasse di partecipare puoi leggere qui come fare. Grazie.

Ele :)

manuela e silvia ha detto...

Scusa, arriviamo un pò in ritardo..ma il rpofumo si sente ancora!
ma dove ahi trovato il basilico fresco??
in ogni caso è un ingrediente che dà moltissimo profumo e sapore! e perfetto con tutti questi semini in superficie!
bacioni

Chiara ha detto...

meraviglioso il tuo pane!!!
sembra di sentire il profumo!!
proverò
grazie!

Elisakitty's Kitchen ha detto...

MA come ti è venuto? Deve essere specialissimo! Brava

Antonella ha detto...

Bellissima questa treccia, mi sembra di sentirne l'odore dallo schermo!! Anche tu non scherzi con il pane eh!!!
Complimenti
antonella di www.pappa-reale.net

fiOrdivanilla ha detto...

@di nuovo grazie a tutti per i bellissimi commentini, grazie davvero
@Ros(Marina;) ma no che non mi cresce ahahahah è che mio papà lo trova ancora all'ortomercato e poi cmq io lo trovo sempre all'esselunga nel reparto frigo, sempre. Dove c'è anche mirto, maggiorana, timo... :) e poi: che ridere che mi fai.. ahahahha quelli che hai letto erano gli ingredienti della ricetta, affianco tra parentesi ho messo i miei.. quindi "l'olio di pujja" non era riferito a quello che uso io! :D quando ho tempo meditiamo insieme sulla ricetta migliore per farsi il lm in casa, promesso! così come ti risponderò quanto prima alla mail non appena avrò tempo!
Ma quando ti scrivo o ti rispondo com'è che pure io mi dilungo così tanto!?!? (come se fosse una novità dai :D)
bacionissimo:*

@Giòòò e mi tieni così sulle spineee?? quale altro arbusto vorresti usare?? :)

@Antonella grazie mille!!

@Lenny hai dato la descrizione meglio della mia praticamente... si vede che ho trasmesso ciò che volevo e mi fa piacere ;) grazie :)

@manu e silvia come dicevo sù: ortomercato e esselunga (lo si trova sempre:)

Rosmarina ha detto...

D'oh -.-'' Non sapevo si trovasse il basilico al supermercato, per la mia famiglia esiste solo d'estate...
E non mi ero accorta che la ricetta fosse di un'altra persona. :P
Tranquilla per la mail, anch'io ci ho messo un sacco per rispondere alla tua!

Max ha detto...

Spettacolare e penso gustosissimo questo pane. Complimenti per il tuo blog e per le ricette.

fiOrdivanilla ha detto...

@Ros guarda, proprio per curiosità ho riguardato l'altro ieri all'esselunga. E stava proprio là! nel reparto fresco, dove c'è la verdura... O_o ma sul serio non lo trovi?? ok, non è stagione... però all'esselunga c'è!! :)

@Max ciao! Benvenuto e grazie tante per il complimento :)

blunotte ha detto...

buonissimo questo pane, deve essere davvero delizioso, mi piace, complimenti