fiOrdivanilla | il Senso del Gusto: Giornata con le Sorelle Simili

lunedì 12 ottobre 2009

Giornata con le Sorelle Simili

Il 10 ottobre (il sabato appena passato) sono stata all'evento "Giornata con le Sorelle Simili", presso la nuova sede “Casa di mela”, dove si svolgono principalmente Corsi di di cucina.
Mela, una persona solare, fantasiosa, eclettica.. una persona deliziosa, cordiale e appassionata di tutto ciò che è creatività, che non perde occasione per sfruttarla al massimo. Mela coordina la Casa di Mela con la collaborazione del Dr. Giuliano Ubezio, dietista che lavora nel campo della nutrizione ed alimentazione da 9 anni e gli chef, tutti altamente qualificati e che "offrono sapori e sapere, rendendo i corsi un'esperienza di apprendimento tramite il gusto, il tatto, la vista ed i profumi" -
http://www.casadimela.it/ -
Un ottimo ambiente, fatto di persone appassionate, simpatiche e soprattutto disponibili.
Il calendario dei corsi offre una vastissima possibilità di scelta; i corsi sono tanti e vari, per tutti i gusti insomma. Dai corsi di cucina Base di primo livello, agli incontri, eventi, degustazioni.. e per citare qualche corso: Gran buffet autunnale sia dolce che salato, Decorare con il cioccolato , Pane all’agricola, corso di conoscenza del vino, corso su antipasti, stuzzichini e piatti "Buoni, facili, soprattutto…rapidi!", Zuppe toscane, Torte da forno, Pasticceria mignon, Pranzo di Natale... uh, siamo già arrivati a Natale. No, no, di corsi ce ne sono molti altri. Andate direttamente sul sito per prendere visione di tutti quanti i corsi disponibili.. Se avete domande o volete iscrivervi, potete contattare direttamente CasaDiMela o, se volete prima delle informazioni o delle risposte in qualità di 'partecipante' e non di 'responsabile', sono a vostra completa disposizione.
_

... Al ricordo della giornata trascorsa quasi mi emoziono ancora.
Sono come pane da lievito naturale, il massimo della sua semplicità ma al contempo è anche il massimo che si possa avere, un cibo squisitamente semplice, genuino e "ricco" al tempo stesso. Queste sono loro. La purezza fatta in persona; tutto ciò che la tradizione del cibo-fatto-incasa può tramandare, lo ha fatto e continua a farlo in gran parte attraverso loro.

Sorelli Simili - image © by Laura Monticelli (http://profumodilibriecannella.com/)


Sorelli Simili - image © by Laura Monticelli (http://profumodilibriecannella.com/)
Sorelli Simili - image © by Laura Monticelli (http://profumodilibriecannella.com/)Il clima era magico. Io mi sentivo come una bimba, beatamente tranquilla e serena. Mi sentivo come "a casa".  Come ha scritto Cinzia in una "mail" in risposta al mio messaggio dove le raccontavo delle sensazioni percepite in questo bellissimo incontro [...] "questo sono Margherita e Valeria, purezza e semplicità in persona" [...]. E' proprio così. Loro così sono: vere, genuine, semplici e al contempo speciali. Se-fossero un'Epoca, sarebbe sicuramente un'epoca d'altri tempi, "antica", di quell'antichità di cui ormai non ve n'è più nemmeno l'ombra, se non la loro, personificazione di quel gusto antico di cui amaramente qualcuno ne sente davvero la nostalgia. Ma oltre che al cibo è la loro personalità in sé ad essere suggestiva, personalità che le rende persone speciali, uniche, rare.

Hanno una capacità talmente grande di comunicare che sembra quasi innata, la "forza magica con cui riescono a comunicare vibra nell'aria e trasmette amore ed emozioni anche in un semplice impasto" (grazie Cinzia).
Sì, vibra nell'aria. Le loro parole e il loro amore riecheggia e vibra come fosse un'emozione che sta prendendo forma.

Tanti i momenti che mi hanno entusiasmata, a partire dalle spiegazioni dettagliate e minuziose della Mita (Margherita), che è colei che cucina propriamente, ma anche quelle di Valeria che altrettanto carina e deliziosa, aiutava la sorella; c'è stato ovviamente più di un momento in cui anche lei ha preso a parlare, a raccontarci, a spiegare… a indirizzarci con consigli preziosi, spiegazioni interessanti e chiare.. Erano insieme due complici: sorelle, amiche, amanti, compagne. Vederle chiacchierare, ridere e scherzare, fare battute, le rendeva ai miei occhi davvero giovani di spirito. Hanno un viso dolce e vissuto, non tanto per l'età, quanto più per ciò che porta scritto: una storia. La Loro storia, che è sicuramente come un bellissimo romanzo d'epoca. Tornando al gioco "se-fossero", se fossero una storia... sarebbe una fiaba per bambini, piccoli e grandi. Perché 'bambini' si può essere anche da grandi, no? ("Tutti i grandi sono stati bambini una volta. Ma pochi di essi lo ricordano." da Il Piccolo Principe. Loro certamente non l'hanno dimenticato.)

La giornata prevedeva anche la preparazione di una loro ricetta: è stata la volta della "Torta al cioccolato", pare semplice, penserete voi. Ma assistere alla preparazione della frolla è stato come osservare la realizzazione di un’opera d’arte più che di una torta. Che poi, era di una bontà indescrivibile. Deliziosa. Mentre eseguivano la preparazione, ne stavano già sfornando una, preparata precedentemente... e dopo un po' di tempo ancora un'altra..
Sarò banale a dirlo, complici l'emozione e il fatto che fossero proprio loro a farla davanti ai miei occhi... ma di fatto, l'ho trovata davvero eccezionale la torta. Una torta, perdonatemi se esagero, ma ricca di emozioni oltre che di gusto. Perché ogni loro impasto ed esecuzione era prima di tutto ricco di passione ed esperienza.

Osservavo scrupolosamente Margherita mentre preparazione la frolla.
Sulla ricetta trovo scritto "Fate la pasta frolla". Punto. Dapprima leggendo così, mi sono sorti diversi quesiti effettivamente, del tipo "ma fare la pasta frolla come? non c'è un modo tutto loro? Io pensavo dessero dimostrazione che..." ecc. Come ho osato farmi queste domande non lo so.. perché poco dopo l'inizio della "lezione" mi sono vergognata anche solo d'averlo pensato: ha cominciato a preparare la frolla in un modo a me totalmente sconosciuto. Vi starete chiedendo di quale alchimia si trattasse mai... Nessuna alchimia, solo la quintessenza del metodo di impasto della frolla. Margherita aveva appena appena le dita delle mani "imbrattate" di pasta, la destreggiava con cura, padrona di ogni singolo elemento che andava a comporre quella che poi sarebbe diventata la base squisitamente buona e friabile di una deliziosa crema di cioccolato al rum.

E pensare che io, quando impasto, se mi va bene mi impasto letteralmente per ben benino anche le mani, completamente, nessun dito escluso. Quando "mi va male" arrivo a  sporcarmi persino i polsi. Devo smettere di usare il robot da cucina e fare molta più pratica con le mie manine. Non sono obbligata, certo che no, ma voglio farlo. Penso che il contatto diretto col cibo - gli impasti in particolare ma delle materie prime in generale - sia un passaggio fondamentale.

E che dire di quando Valeria ha fatto girare quella grossa ciotola in pirex (penso) trasparente, contenente una massa spropositata di pasta madre.. ero incantata e Laura non era da meno (leggete anche il suo post, ve lo consiglio:). Laura l'ho invitata ad unirsi a me proprio all'ultimo. E’ stato innanzitutto bellissimo per me conoscerla, secondo partecipare anche all'evento in sua compagnia. Che tra una cosa e l'altra ci siamo anche divertite parecchio :) ma il termine 'incantata' rende ben poco l'idea se penso a come mi sentivo dopo aver appreso che ci avrebbero donato una parte della loro pasta madre da portare a casa! non ci potevo credere.. io che negli ultimi tempi l'ho desiderata ogni giorno di più. Ed ora eccomi qua, con la mia (per ora) piccola pasta madre, il mio neo-bambino, da curare, accudire, crescere, addormentare, rinfrescare... amare. Il mio Pi-Emme (PM).. e per di più, regalato proprio dalle mitiche Sorelle. Potevo avere di meglio?
Eccolo qui, il mio piccolo, appena arrivato nella sua nuova casa appena di rientro dalla giornata con le sorelle Simili, ancora nella vaschetta in cui mi è stato dato (sostituita poi subito, ovviamente, da un contenitore in vetro)…
OLYMPUS DIGITAL CAMERA          OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA          OLYMPUS DIGITAL CAMERA          


Articoli correlati per categorie



Stampa il post

32 semini di vaniglia:

marifra79 ha detto...

Caspita...proprio una bella esperienza!!!! Ho sentito parlare spesso e soprattutto bene delle sorelle Simili!!!
Un abbraccio e buona settimana

spighetta ha detto...

Mammamia che spettacolo questo impasto! Se fossi lì ci infilerei un dito!!!

LaGolosastra ha detto...

e che dire, anche tu con qs post hai trasmesso magnifiche vibrazioni!
Grazie!

furfecchia ha detto...

te l'ho già detto su fb: inviadia!!!!! volgio anche la apsta madre delle simili!!!!

Onde99 ha detto...

Che esperienza incantevole che deve essere stata, Manu!!! Sei fortunatissima a vivere in un posto così vivo dal punto di vista gastronomico e culnario (e sei bravissima a tenerti informata su tutti gli eventi, io snoo così pigra che mi dimentico anche di tenermi aggiornata!)

:: Anemone :: ha detto...

Che bello Manu! Sono contenta per te! Leggere questo tuo resoconto accurato e accorato è emozionante!

Un abbraccio forte!
^___^

Alessandro Guerani ha detto...

Insomma non ti hanno tirato nemmeno una mattarellata?

Devi essere stata una brava allieva allora che le vedevo un po' burbere (da brave azdoure) le sorelline con chi faceva male la sfoglia :D

Cmq sono bravissime nel tramandare una tradizione che si sta veramente perdendo.

Genny ha detto...

invidia..parecchia...ma quando ho letto che ci andavate..io mi son mangaita i gomiti che lavoravo..mannaggia....con calma mi leggerò tutta la tua descrizione!!!
genny al cibo commestibile

Elisakitty's Kitchen ha detto...

UUU! Che bella giornata deve essere stata! E che bella la piccola creaturina di cui ti occupi ora! In bocca al lupo!
Allora la mia pasta padre è una sorellina delle tua!? Anche a me è arrivata in secondo passaggio una pasta madre di una blogger che aveva partecipato a un corso con le simili e le era stata donata! Chissà adesso quante ne vedremo da queste parti! Bene bene sono proprio curiosa!

eppifemili ha detto...

che romanticheria!
il pane fatto in casa!!

bravaaaaaaaaaaaa!!

Carolina ha detto...

Che bella esperienza...
Aspetto sublimi creazioni...
Un bacio!

LibrieCannella ha detto...

Un post bellissimo...mi sono commossa, davvero! Hai descritto tutte le sensazioni alla perfezione!

Alessandra ha detto...

Che sensazione meravigliosa...mi ci tuffo....Ciao e buona giornata.

Mariluna ha detto...

Che bella esperienza e che leraviglia quel panetto...me lo mandi un pochino? o magari lo porti tu, dato che ovunque vai ti dovrà seguire :)

Mary ha detto...

Grazie per aver condiviso la tua esperienza con le mitiche sorelle.

Giò ha detto...

..lacrimuccia..per non esserci stata! un racconto emozionale stupendo! mi piace moltissimo toccare i cibi, infatti la frolla la faccio sempre a mano(imbrattandomi tutte le mani ovviamente).
bacini

Saretta ha detto...

Ma che bella questa esperienza!Leggerti è un'iniezione di positività!
Ora corro a veder il siti delle Simili..Grazie mille
un bacione
Saretta

fedeccino ha detto...

Che fortuna, mannaggia, queste sorelle bolognesi sono sempre in giro lontane dalla loro terra natale :) Non ho mai partecipato ad un loro corso, e mi sento talmente lontana dalla naturalezza che descrivi che ho dato al mio blog un nome che corrisponde, affettuosamente, a questa distanza.
A proposito del tuo post precedente e dei commenti relativi ai sali aromatizzati, mi chiedevo se conoscessi questo sito francese, assolutamente da provare :
http://boutique.terreexotique.com/terreexotique/Catalogue/CATALOGUE.aspx
preparati, veloci, gentili, sempre in evoluzione, ho gia' acquistato piu' volte.
Sempre nell'ambito degli scambi del futuro Club Jane Austen style :)

Nicole ha detto...

Che belle descrizioni! e che bella giornata! non vedo l'ora di vedere gli esperimenti con la pasta madre!!!un bacione

virgikelian ha detto...

Grazie, Manu, per il tuo dettagliato e straordinario racconto. Hai vissuto un'esperienza emozionante alla quale mi hai fatto un poco partecipare. Brava!!!

Ciboulette ha detto...

ma allora esistono davvero le itiche sorelle! Io non ho ancora inaugurato il loro libbricino, e non ti dico quanto sarei stata felice di essere li'...
LA pasta frolla con le punte delle dita..uhmm..ehm....siiiii...

Mirtilla ha detto...

che bellissima esperienza,sei stata davvero fortunata ;)

fanne tesoro ;)

marsettina ha detto...

è una esperienza unica incontrarle!

lenny ha detto...

Finalmente riesco a leggere questo racconto vivido, pieno di emozioni e che narra dettagliatamente di un incontro tra persone, accomunate da una grande passione.
Mi sarebbe piaciuto partecipare insieme a te :))

dada ha detto...

Mi sono deliziata! Non so' se un giorno avro' la fortuna di incontrarle.

Albertone ha detto...

Dopo aver letto il post di Laura, mi chiedevo quando avrei letto il tuo.
E' bellissimo sentire, in modi personali e diversi, parlare sempre con incanto delle mitiche sorelle.
Spero anch'io di riuscire ad incontrarle presto.
Alberto

fiOrdivanilla ha detto...

@ Marifra, ci puoi scommettere che se ne sente parlare bene :) e ora che le ho "vissute" anch'io nel mio piccolo, posso confermarlo.

@spighetta ahahahah :D

@Cri grazia a te per aver dato al mio scritto l'attenzione che merita..

@Furfecchia.. eh si, farci un buon "pan con l'olio" non sarebbe male eh? ;P

@Ondina io non so neanche di dove tu sia mannaggia, mai saputo! :( però credo che sicuramente anche da te o dintorni ci siano occasioni di questo tipo sai! Eddai metti via la pigrizia un pochetto e informati! su su ! :)

@Anemone è stato emozionante per me e vedere che vi ho trasmesso gran parte delle mie emozioni, mi fa davvero piacere!

@Ale .. ah ah ah no! ;P io sono una brava allieva sai :) se tu facessi dei corsi di fotografia sarei una brava allieva anche lì!

@Genny.. caspiterina, quando mi dispiace. Sarebbe stato bello se ci fossi stata anche tu. uff. Speriamo in un'altra occasione!

@Eli grazie per l'imbocca al lupo ahaha ne ho bisogno :D no scherzo.. per ora tutto ok, soprattutto con i grandi consigli di Cindy:) Ma dai.. davvero abbiamo un bimbo e una bimba sangue dello stesso sangue?? ahhaha fico!! Portiamo avanti le generazioni così! :D

@Eppi dimmi che ti cimenterai anche tu nel pane fatto in casa.. :D

@Caro sei troppo fiduciosa in me ;P

@Laura, tu non sei stata da meno! :) bacio!

@Ale grazie :)

@Mari ehehe certo! Ehm.. mi ero dimenticata che abiti qui dietro l'angolo, proprio proprio vicino a me! Stamattina vengo a portartene un pezzo, eh? :D però sarebbe bello poterti raggiungere davvero!

@Mary, grazie a te e a tutti voi per averla letta..

@Giò grazie per averlo condiviso!! intendo dire.. l'imbrattamento-mani! ahhaha almeno non mi sento sola :\ anche a me piace molto avere un contatto diretto coi le materie prime, poiché mi consente anche di conoscerle meglio, sentire l'odore che talvolta lasciano sulle mani, conoscere meglio la consistenza e il cambiamento che questa ha mescolandosi ad altro.. bellissimo. tanti bacini!

@Sarettaaa ma quello che ho linkato io non era il sito delle Simili eh:) penso si sarà capito.. grazie a te per avermi letto! :)

@Fedec! ahahhah caspita è vero!! La sorella DisSImile!! :DD ascolta ascolta, spetta.. quel sito non lo conosco e ci faccio subito un salto.. intanto però: quello che è sempre da vedere è il rapporto tra quante cose prendi e e le spese di consegna.. se è conveniente ben venga! Ma quel sito che linkavo io di orlandosidee le spese di consegna sono proprio basse! Che bello ma allora a quanto pare vi ispira l'idea del CLub alla Jane Austen! Allora facciamo.. Food-Club fiOrdivanilla&Co. eh!? rimaniamo in contato per questo sito, poi ci 'sentiamo' e vediamo bene!!

@Nicky contaci! :)

@Virgi davvero? è bello sapere che con le mie parole riesco a far rivivere l'emozione che io ho provato, se non proprio la stessa, almeno simile.. grazie!

@Elvi eccome no! non sono leggenda, no no! :) Ma abiti lontano tu? da Milano intendo :( temo di sì eh.. mi sembra di ricordare Napoli.. ma non vorrei sbagliare.. sigh..:( )

@Mirti contaci, farne tesoro è il minimo... e sono il tesoro sono loro in persona, credimi.

@Marsettina, ho visto che hai da poco pubblicato la ricetta di panini al latte delle Simili!! ebbrava! mi sa che me la stampo e la provo presto! ;P

@Lenny, averti lì, insieme, sarebbe stato proprio bello. Porca miseria.. tu abiti dall'altra parte dell'Italia rispetto a me!! :(( perché non esiste il teletrasporto???????????

@Dada chissà... mai disperare e poi.. te lo auguro proprio tanto!

@Albertone.. eheh eccoti qui anche da me! Spero tanto anche io, per te, che un giorno riuscirai ad incontrarle. Leggere di loro e viverle direttamente, sono due cose proprio diverse.. anche se mi fa piacere riuscire in qualche modo a trasmettere parte di quello che ho vissuto io.

Gaia ha detto...

Anche io, sabato , ho ricvevuto un dono di un pezzetto di pasta madre, di un'amica che lo custodiva con amore, da tempo. Anch'esso ricevuto dalle Simili.
Il mio bambino è parente (nonno?) del tuo.. ma ancora non ci ho fatto molto.. sono alla ricerca di ricette da provare.
Aspetto le tue!

fiOrdivanilla ha detto...

Gaia eccoti come ultimo post un assaggio del mio primo pane fatto con la pasta madre! :))

Gaia ha detto...

Carissima Manuela,
sono stata catturata da quel post! Attendo con ansia la tua ricetta!
un abbraccio

Albertone ha detto...

Ho visto la tua prima creazione, sapevo che non ci avresti fatto aspettare molto.
Alberto

fiOrdivanilla ha detto...

Alberto, e io che mi illudo che le persone non possano capire come sono attraverso il web... :)