fiOrdivanilla | il Senso del Gusto: Per tutti i gusti – Taste of Istria

lunedì 7 maggio 2012

Per tutti i gusti – Taste of Istria

Lunedì 23 aprile, al Ristorante Casanova, presso The Westing Palace Hotel - Milano, lo chef “di casa” Augusto Tombolato ha ospitato gli Chef Nenad Kukurin e Robert Klickovic del ristorante Mare & Monti per un esclusivo show coking e una cena alla riscoperta delle eccellenze dell’Istria.

Istria, una meravigliosa penisola mediterranea abbracciata dell’Adriatico, caratterizzata da una costa stupenda, dedicata perlopiù al turismo, e un cuore – l’entroterra – magicamente verde.
Una terra a me sconosciuta in quanto a cultura e gastronomia purtroppo, ma che ho avuto modo di approfondire e gustare in occasione della rassegna Per tutti i gusti – il giro d’Italia a tavola, promossa da “Starwood Hotels” e dal poliedrico Carlo Vischi, coordinatore dell’iniziativa e direttore della collana TrentaGourmet di Trenta Editore e IMMAGINAZIONE di
Malvarosa Editore.
L’evento, con cadenza mensile, conduce alla scoperta delle eccellenze locali attraverso cooking class, ricette e cene a loro dedicate.

L’Istria è un vero e proprio tesoro di sapori della tradizione: l´olio di oliva extravergine, il tartufo bianco, l’asparago selvatico, il vino, il miele... Vere pietre miliari della gastronomia istriana e protagonisti del nostro Taste of Istria al The Westin Palace: gli oli selezionati “Ol Istria”, così come il vino, sono di
Agrolaguna: Ascolana, Pendolino, Istarska bjelica, Picholine. Agrolaguna è una delle maggiori società produttrici olivicole in Croazia, oltre a essere leader sul territorio anche per la produzione di vino e formaggio.

Sua Maestà il tartufo bianco d’Istria, chiamato anche “afrodisiaco” e “oro istriano”, è il massimo della gastronomia istriana, un tesoro nascosto dagli aromi inebrianti, avvolgenti, unici. Perfetto nelle insalate, si sposa ottimamente con primi e secondi piatti ma non rinuncia al dolce. Non c’è da stupirsi perciò se viene offerto un gelato o un qualsiasi altro dolce al tartufo!

L’asparago selvatico istriano. Stretto e scuro, dal sapore amarognolo ma delicato, accompagnato perlopiù da fresche pietanze tradizionali istriane. Alimento, medicina, afrodisiaco, ma soprattutto delizia per il palato, l’asparago è una delle piante selvatiche più pregiate che crescono in Istria. Cresce in primavera e viene raccolto da metà marzo a fine aprile. L’asparago istriano è così rinomato e apprezzato che ogni anno, da tempo, si svolgono ben due manifestazioni dedicate: “Le Giornate dell’Asparago Istriano”, un vero e proprio evento gourmet, e “La festa degli asparagi”.

Durante lo show cooking, prima della realizzazione delle ricette, ho avuto modo di degustare alcuni prodotti come la ricotta di pecora, gli asparagi selvatici istriani crudi e una specie di erbetta di mare (credo si chiami motar) dal gusto piacevolmente marino e un sapore che ricorda molto l’olio di oliva (sì, l’olio!), usata in particolar modo nelle insalate o nelle tartare di pesce.

Gustate con gli occhi il reportage fotografico dello Show Cooking - Taste of Istria e i prodotti del territorio...

I piatti delle foto preparati durante lo show cooking:
> Tartara di branzino con emulsione di olio extravergine di oliva, succo d’arancia e miele. In aggiunta: sesamo e pepe rosso.
> Ricotta di pecora con asparagi scottati e scampi fambe’
> Prosciutto in vino (Malvasia) con pljukanci e tartufo bianco

Questi prodotti meriterebbero di essere “raccontati” nel dettaglio e lo farò in un  articolo dedicato. 
Bando alle ciance, ecco il menù della serata!

Ricotta di pecora con asparagi selvatici scottati (con Olio Picholine)
in abbinamento: Chardonnay Festigia 2011 (Agrolaguna)

Ricotta di pecora con asparagi selvatici scottati

La ricotta di pecora che ho assaggiato è una squisitezza prodotta dalle loro parti. Dalla consistenza molto compatta, dal sapore delicato e pannoso. È stata scelta come ingrediente da abbinare agli asparagi al fine di attenuare il loro gusto tendenzialmente amarognolo. Intento perfettamente riuscito, ho apprezzato molto l’abbinamento, esaltato da un olio dotato di una spiccata piccantezza.

Pljukanci (tipo di pasta affusolata tradizionale istriana) con tartufi bianchi freschi
in abbinamento: Malvazija Festigia Riserva 2011 (Agrolaguna)
Pljukanci con tartufi bianchi freschi

Risotto di radicchio trevisano e vino Terano, con chips di pancetta (con Olio Pendolino)
in abbinamento: Terano Vina Laguna 2011 (Agrolaguna)
Risotto di radicchio

Costoletta di agnello con tartina di cavolo (con Olio Ol Istra Mix)
in abbinamento: Cabernet Sauvignon Festigia 2009 (Agrolaguna)

Costoletta di agnello con tartina di cavolo

Ricotta di mucca in sfoglia (fillo) con miele di acacia (con Olio Ascolana)
in abbinamento: Muškat Giallo 2011 e Muškat Rosa 2011 (Agrolaguna)
Ricotta di mucca in sfoglia con miele di acaciaRicotta di mucca in sfoglia con miele di acacia


Articoli correlati per categorie



Stampa il post

3 semini di vaniglia:

Babs ha detto...

ciao tesoro, leggerti è sempre un piacere, hai un'attenzione ai particolari che è quasi totalmente introvabile :)
grazie!
un bacione
b

accantoalcamino ha detto...

Per una volta tanto posso dire di essere privilegiata "geograficamente" alla cucina Istriana che conosco ed apprezzo da sempre, ottima scelta la vostra, la cucina Istriana merita tutta l'attenzione...io, intanto, continuo a godermela "live" :-)
Spero che mi pubblichi...

fiOrdivanilla ha detto...

Babs, sempre troppo gentile. Ti ringrazio moltissimo per quello che dici anche perché, come sai - non mi stancherò mai di ripeterlo - quando riesco a trasmettere le mie emozioni tramite la scrittura, allora posso dirmi soddisfatta. Grazie :*

Libera, certo che ti pubblico..
che fortuna poter godere di tutte quelle prelibatezze. E' davvero una terra oltre che BUONA, bellissima. Vero?
Grazie per aver lasciato un tuo commento..