fiOrdivanilla | il Senso del Gusto: Nel segno dei "Rubitt", grande cucina, piccoli piatti. “Robette" che lasciano il segno

lunedì 18 giugno 2012

Nel segno dei "Rubitt", grande cucina, piccoli piatti. “Robette" che lasciano il segno

       

10 giugno 2012, una giornata all’insegna dei "Rubitt", espressione scovata da Cesare Battisti e Danilo Ingannamorte (ristorante Ratanà) da un testo della Scapigliatura milanese dell'Ottocento. Rubitt, “Piccole cose di pregio, gioiellini”. Nel nostro caso, una grande cucina in piccoli piatti. Veri e propri piatti di alta cucina in miniatura, creati sulla base di materie prime eccellenti e di stagione, proprio come quelle selezionate da ristorante.

L'idea della 10 ore "Rubitt", di botturiana memoria ("La 12 ore di Le Max), mi è piaciuta da subito. Un'occasione per stare insieme e passare una domenica tra chiacchiere e buon cibo. Una maratona per sette chef all’interno del nuovo ristorante dell’HangarBicocca: il Dopolavoro (via Chiese 2, Milano), capitanato dallo chef Paolo Casanova.

HangarBicoccaLa Maratona del Rubitt. Un modo brillante e intelligente per mettere in relazione giovani talenti con il pubblico. Una sorta di passerella per grandi cuochi che sanno ragionare sul miglior modo di declinare un piatto senza scadere nei finger food. Capolavori assoluti che hanno dimostrato raffinatezza ed eleganza.Dopolavoro BicoccaA partire dalle 12.00 e fino alle 22.00, al Dopolavoro Bicocca gli chef hanno proposto tre ricette ciascuno, per un totale di 19 "Rubitt". Il tutto al modico costo di 25 euro, comprensivo di libera consumazione dei Rubitt, bibita Sanpellegrino, una birra della gamma Birra Moretti, bottigliette d'acqua Sanpellegrino a volontà e caffè Lavazza. Il tutto animato dalla musica di una Brass Jazz Band.

Gli Chef. Cesare Battisti, Paolo Casanova, Alice Delcourt, Roberto Okabe-Gustavo Young, Eugenio Roncoroni-Beniamino Nespor, Luca de Santi.

I Rubitt. Secondo il mio personale gusto, i Rubitt più interessanti sono stati la Tartare di vitello sanato con bottarga, uova di trota e topinambur croccante di Cesare Battisti e brigata…Cesare Battisti

Tartare di vitello sanato con bottarga di, uova di trota e topinambur croccante

… e ’Tayo e Luna’: capasanta scottata con besciamella di grana, emulsione di soia e kataifi croccante, di Roberto Okabe e Gustavo Young del Finger’s Garden (Milano).

Roberto Okabe

Tayo e Luna

I rubitt il 10 giugno non sono stati un’eccezione. Al Dopolavoro, infatti, i Rubitt sono di casa: c’è il Menù Rubitt, che varia mensilmente, ed è in carta dal giovedì alla domenica dalle 18.30 alle 22. Gagliardo aperitivo prima e cena poi.

Inaugurato da poche settimane, il Dopolavoro Bicocca è un risto-bistrot integrato in un interessante contesto culturale e artistico. L'HangarBicocca infatti, oltre ad essere nato dalla riconversione a spazio d'arte contemporanea dell'ex stabilimento Breda (azienda fondata nel 1886 e inizialmente dedita alla produzione) preserva, all'esterno, l'affascinante architettura industriale di un tempo.

Da non perdere la mostra permanente di Anselm Kiefer, "I sette Palazzi Celesti", magari come post-brunch domenicale al Dopolavoro Bicocca.
Sono rimasta impressionata dall'imponenza e dalla grandezza dei Palazzi in cemento armato di Kiefer, ricchi di cultura e di storia, da lasciare col fiato sospeso.. ma personalmente ho amato a prima vista la mostra
Shadow Play, "una riflessione poetica sulle molteplici possibilità di interpretazione delle immagini", suggestiva, affascinante, fiabesca. Non ho saputo resistere al fascino delle ombre di oggetti che giravano su se stessi, come i ballerini di un carillon. Davanti a quei giochi di luce e ombra mi sono sentita rapita, come intrappolata in un bellissimo sogno.

L'HangarBicocca è un luogo aperto, originale, adatto a tutti: dalle famiglie, agli studenti, agli appassionati d'arte, ai semplici visitatori. La totale gratuità delle mostre e delle attività dedicate alle famiglie e al pubblico, nonché lo spazio dedicato ai bambini HBkids, sottolinea il desiderio di apertura e fruibilità del luogo.

Dopolavoro Bicocca
Via Chiese 2, Milano (Hangar Bicocca)
Mart-Merc 11.00-16.00 Giov-Dom 11.00-23:00 Lun chiuso
Tel. 02.6431111


Articoli correlati per categorie



Stampa il post

1 semini di vaniglia:

l'albero della carambola ha detto...

Un posto da provare al più presto! ottima segnalazione. Ciao e buona settimana!!!
simo